Ecco cosa si #ImparaDaiCampioni

Ormai anche per aprile abbiamo fatto il giro di boa e ci stiamo avviando rapidi rapidi a maggio… Ed eccomi qua con il nostro appuntamento mensile nel pieno del clima festivo!

In genere i miei post nascono da lontano o da una ispirazione momentanea o da un evento o anche da qualche lettura ma questo di aprile invece è programmatissimo, anzi è proprio dovuto!

So che sei intelligente e sono sicuro che avrai già capito di cosa ti racconterò… Bravissimo/a! È la mia personale opinione di un evento al quale ho partecipato il weekend scorso un po’ come è stato per il mese scorso.

L’evento in questione è Impara dai campioni tenuto da Livio Sgarbi. La sostanza dell’evento-corso è molto semplice: una due giorni dove si può provare con mano il coaching e giovare fin da subito dei benefici che il mental coaching può donare.

Questa è la sostanza più assoluta ma per me è stato altro… Molto altro!

Innanzitutto questo evento è stata una magnifica opportunità che mi ha donato Giuseppe, detto Lo Zio, coach di Ekis, che tanto per cambiare ho conosciuto in quel di Twitter e mi ha permesso di venire a conoscenza di questa due giorni: ancora una volta la potenza del social network mi si rivela con tutta la sua immensità.

Questo poi non è stato soltanto una conferma ma anche e soprattutto una occasione di vedere e provare con mano il famosissimo coaching che nell’ultimo anno, con alti e bassi, mi sta coinvolgendo sempre più a livello teorico; in questa occasione l’ho provato su di me e ho potuto osservare un professionista di questo campo: non posso nasconderti l’emozione di poter vedere in azione quelle tecniche e strategie da me studiate.

Devi sapere che non ero solo a questo evento ma vi hanno partecipato centocinquanta persone ognuna di esse con i propri obiettivi-problemi da raggiungere e con i quali ho potuto scambiare sorrisi, abbracci, opinioni e idee… Mi stupisco sempre di come perfetti sconosciuti, con le giuste condizioni, si aprano così tanto ad altri perfetti sconosciuti! La voglia di raccontarsi è sempre superiore a qualsiasi paura di esporsi.

Io sono tornato con la convinzione di aver trovato quale strada intraprendere: a dire il vero la convinzione c’era già ma è sempre stata un po’ confusa e fumosa. Ora è più chiara e te ne accorgerai nei prossimi mesi con i post che verranno!

Questo è tutto, colgo l’occasione, ancora, di ringraziare Giuseppe e Francesca che mi hanno permesso il primo di esserci e la seconda di conoscere Giuseppe! R’n’R ragazzi!

Ah, dimenticavo, ora tocca a te mia cara lettrice e mio caro lettore: quanto lontano ti ha portato un tweet?

2 pensieri riguardo “Ecco cosa si #ImparaDaiCampioni”

Rispondi