La grande famiglia di #AtlantisX

Carissimo lettore, probabilmente avrai notato la mia assenza dai principali social avvenuta settimana scorsa… Non hai notato nulla? Beh, adesso ti racconto una storia che mi vede protagonista!

Iniziamo dal principio!

Un paio di mesi fa ho ricevuto una mail proveniente dal mio comitato locale di Croce Rossa, la quale conteneva alcune informazioni riguardanti un campo di formazione, chiamato Atlantis, che si sarebbe tenuto a Jesolo nel periodo 18-26 giugno. Bene, bello!

Leggo attentamente e scopro nei dettagli di cosa si tratta: un campo di formazione internazionale, organizzato dal CCM e il tema del campo sarà “I giovani come leader nelle loro società nazionali e comunità locali”. Leggo ancora e… Si avrà l’occasione di vivere la Fiaccolata di Solferino durante il 150 della convenzione di Ginevra. Praticamente l’occasione della vita!

Perfetto, in 3.2 secondi decido che devo partecipare, vedo che è necessario presentare alcuni documenti e il modulo per la candidatura e ho solo 4 giorni per fare tutto! Tempo zero preparo i documenti, rompo le scatole a mezzo comitato per inviare la candidatura, la lettera motivazionale e il CV. È fatta! Devo solo aspettare una comunicazione ufficiale…

… se scrivo questo post è proprio perché alla fine la risposta è arrivata ed è stata positiva!

Le aspettative che riponevo nel campo prima di partirvi erano moltissime ma moltissimi erano anche i dubbi, del resto un campo con ragazzi provenienti da ogni paese del mediterraneo, la mia conoscenza dell’inglese traballante e le numerose ore di formazione da affrontare mi hanno fatto sorgere qualche dubbio… Ma ormai sono in treno con destinazione Jesolo, non posso più tirarmi indietro.

Appena arrivato al campo i dubbi hanno iniziato a sciogliersi come gelato al sole e l’entusiasmo per l’avventura che stavo vivendo cresceva di ora in ora.

Subito abbiamo iniziato a conoscerci e i vari giochi “rompighiaccio” che si sono tenuti la prima sera hanno favorito questo processo. Già al secondo giorno eravamo amici!

Il campo è trascorso rapidamente, in 7 giorni abbiamo vissuto: 10 workshop, decine di giochi, una Fiaccolata, un addio anticipato, migliaia di foto, centinaia di selfie, abbracci e sorrisi a pioggia, lacrime di gioia e di dolore… Una esperienza intensissima che mi ha lasciato un segno profondissimo e che mai dimenticherò (per questo mi ritrovo a scrivere questo post a una settimana dal mio ritorno a casa, dovevo metabolizzare).

A casa con me, oltre al magnifico ricordo, mi porto la consapevolezza che se c’è un obiettivo forte e condiviso qualsiasi differenza passa in secondo piano: nulla è realmente importante se c’è una meta da raggiungere.

Se questo mondo un giorno sarà migliore di come è oggi sarà anche grazie a gente come noi, convinta che ciò sarà possibile e che farà di tutto per ottenere il mondo desiderato. Non sarà facile ma siamo tanti, determinati e ogni giorno più preparati!

Io ci credo e tu?

Se sei arrivato fino a qui devi sorbirti anche queste due ultime righe: questo post è dedicato a tutti gli amici che ho conosciuto alla decima edizione di Atlantis, la nostra #AtlantisX! Grazie per esserci stati, grazie per esserci ancora. Siete i migliori compagni d’avventura!

PS: siccome questo post è il racconto di una magnifica avventura voglio lasciarti i due video ufficiali della stessa, il primo è quello “serioso” il secondo è tutta una raccolta di funny moments, buon divertimento 😉

 

3 pensieri riguardo “La grande famiglia di #AtlantisX”

  1. …Una risposta inaspettata da me… SI VERO! (giusto per dare ancora volta prova della mia onnipresenza nella vita reale e sul web)… Un’esperienza che cambia, una carica d’energia, di emozioni non indifferente!
    Se mai, e il “se” non è nostro amico (quindi possiamo anche levarlo), riusciremo a cambiare le cose… Sarà di certo grazie alla nostra forza, alla voglia di fare, alla formazione che abbiamo alle spalle… Ma sopratutto sarà grazie alle persone che avranno creduto in noi lasciandosi trasportare dal cambiamento, immedesimandosi nei protagonisti indiretti/diretti, iniziando realmente ad agire nel concreto per cambiare la realtà!
    Un grazie a te Marco, e a tutta la famiglia che siamo andati a creare… E che ogni giorno che passa stupisce sempre di più! Un abbraccio

    1. Grazie Ivan per il commento e la tua onnipresenza!

      Questo post vuole raccontare esattamente quello che tu hai scritto qua sopra, non c’è niente di straordinario in quello che facciamo e nemmeno in noi. La cosa straordinaria è il progetto e gli ideali che lo guidano, per questo ci riusciremo!

Rispondi